I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Dio e l’uomo parlano tra loro con parole e gesti, per raccontarsi l’un l’altro quanto palpita dentro di loro e per costruire ponti di comunione. Nella regola dell’ascolto avviene l’arte dell’incontro tra menti e cuori di mondi infiniti.

Quando le stagioni della vita personale sono attraversate da Dio ha inizio la festa della terra con il cielo. Celebrare è questione di fede, quando ciascuno rende gloria per la bellezza dell’altro: l’uomo a Dio e Dio all’uomo.

La fedeltà a Dio e all’uomo si gioca nella capacità di servire entrambi per amore. Nel gesto del servire sono le parole e il sorriso a rivelare la verità dei cuori e, ancor di più, l’amore senza limiti per la gioia e per la vita degli altri.

Una 2Giorni in Pace

Racconto della 2Giorni del Gruppo Chierichetti e Ministranti


Una 2Giorni in Pace

Sabato 6 e domenica 7 febbraio il Gruppo dei Chierichetti e dei Ministranti della nostra Parrocchia ha vissuto una 2Giorni presso la casa di Villa del Monte (Barchi). In questi due giorni, alle porte della Quaresima, il gruppo ha affrontato un tema abbastanza attuale e sentito: la pace.

Inizialmente ai ragazzi è stata proposta la visione di un video che spiegava i motivi per cui la pace è minacciata: fanatismo religioso, guerre economiche, il voler imporre ad altri il proprio dominio, genocidi, razzismo, diffusione della paura... Una volta terminato il video ai ragazzi sono state mostrate alcune figure che hanno operato per la pace, persone come Martin Luther King, Nelson Mandela, Madre Teresa di Calcutta, Malala Yousafzai e Mahatma Gandhi; persone che attraverso piccoli e grandi gesti si sono battute per l'alto ideale della non violenza e della pace, aiutato il prossimo e soprattutto le persone alle quali era stata negata la libertà.

Nella seconda parte della 2Giorni, invece, si è cercato di "trovare delle soluzioni" a situazioni quotidiane più vicine a noi, nella quale inizialmente ci sono momenti di tensione e infine la riappacificazione tra amici o membri della famiglia.

Come segno finale di questa esperienza ad ogni ragazzo è stato chiesto di scrivere sopra una bandiera della pace cosa fosse per lui/lei la Pace. Questa bandiera verrà messa nella stanza dei chierichetti a ricordo di questi 2Giorni vissuti all'insegna del divertimento, della gioia nello stare insieme e della fiducia nelle altre persone.


kirilucrezia, kiri

Commenti

Messaggio!

Non ci sono commenti

Lascia un commento