I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Un ponte tra Lucrezia e Torrent

Continua l'eco della bella esperienza di Lucrezia a Valencia


Un ponte tra Lucrezia e Torrent

Sono passati vari mesi dall'esperienza di Valencia: da quando un gruppo di giovani della nostra Parrocchia ha trascorso alcuni giorni in Spagna, insieme a ragazzi provenienti da tutta l'Europa, per l'incontro Europeo dei Giovani di Taizé, che si è svolto dal 28 dicembre 2015 al 1° gennaio 2016. In quella occasione siamo stati ospitati da una parrocchia spagnola, San José della città di Torrent, nei pressi di Valencia, che ci ha accolti con grandissimo affetto e generosità.

Pubblichiamo qui l'articolo apparso sulla rivista della Parrocchia San José di Torrent, scritto da Gelan che insieme a sua moglie Isabel e alle figlie Emma e Alba ha ospitato 3 di noi, coinvolgendoci nella loro vita familiare e, raccontandoci le loro tradizioni, ci hanno fatto sentire non come ospiti ma come parte della loro famiglia.

Nell'articolo Gelan racconta come sono stati coinvolti e spinti dal loro giovane parroco a superare le paure e ad aprire le loro porte per accogliere quante più persone possibile, andando anche oltre a quelle che erano le richieste dell'organizzazione di Taizé, dimostrando verso gli oltre 200 pellegrini giuntialla loro Parrocchia una grandissima generosità. E proprio nelle parole di Gelan è bello trovare emozioni esattamente speculari alle nostre. L'emozione di conoscere persone nuove, di accoglierle e di essere accolti, di condividere con generosità e con semplicità qualche giorno della propria vita. Sono stati dei giorni carichi di emozioni, in cui è stato bello confrontarci e raccontarci le tradizioni, i costumi e le abitudini di vita diverse tra Italia e Spagna.

Gelan scrive "Nosotros les hemos acogido pero tambien nos hemos acogidos por ellos, sin conocemos previamente": loro ci hanno accolti nella loro famiglia ma si sono a loro volta sentiti accolti da noi pellegrini. Alla nostra partenza non sono mancate alcune lacrime al momento dei saluti, anche se la promessa di rivederci presto ha reso tutto meno triste.

Grazie Gelan e Isabel, per averci aperto la vostra casa ed il vostro cuore: vi aspettiamo a Lucrezia!!!



Commenti

Messaggio!

Non ci sono commenti

Lascia un commento