I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Ti taggo !

Sei nato negli anni che vanno dal 1976 al 2000? Allora ti taggo!


Ti taggo !

Ebbene sì, con le recite dell’ACR possiamo dire che al cinema ci sono passati quasi tutti i ragazzi di Lucrezia!

A pensarci bene per molti anni è stato per noi Azione Cattolica l’ombelico del mondo , soprattutto del mondo dell’Azione Cattolica dei Ragazzi della nostra Comunità parrocchiale.

Questi giorni con la  sua demolizione non si può che ripensare, con grande gioia, a quante cose, per la nostra associazione parrocchiale e in particolare per i ragazzi più piccoli, siano state realizzate in questo luogo. Le tombole, ma soprattutto le recite di Natale. Interminabili pomeriggi a provare, al freddo di quell’immenso luogo, ma con il calore dell’essere Chiesa, dell’esser associazione e di sentirsi Comunità.

E poi l’andare avanti indietro dei genitori di tutti i nostri ragazzi, che ci hanno sempre appoggiato, sostenuto, condiviso e collaborato con noi credendo in quello che stavamo facendo anche se a volte aveva il sapore della “piccola follia”.

Diverse sono le generazioni della nostra Comunità, che passando per l’ACR, hanno dato vita a improbabili personaggi, da Pastori e Magi a Scrooge di Dickens, a angeli, motociclisti e nuvole, e come dimenticare poi il pilota protagonista nel Piccolo Principe che oggi  è diventato il nostro primo cittadino?

In tanti hanno fatto parte dell’Acr e  in un modo o nell’altro hanno fatto prendere vita a quel cinema. Noi non stiamo più nella pelle; come Azione Cattolica parrocchiale vediamo, nella costruzione di questo nuovo centro  parrocchiale, l’opportunità di far sì che altri dopo di noi si innamorino della “vita buona del Vangelo”;  che altri, dopo di noi, possano far sperimentare ai ragazzi quel vivere pelle a pelle, quel guardarsi negli occhi e parlarsi viso a viso senza schermi, senza tastiere, senza che sia un messaggio scritto su una chat ad esprimere quello che siamo, che viviamo che pensiamo.

Con questa occasione l’AC parrocchiale vuole accettare l’invito di Papa Francesco a vivere i tre verbi che le ha affidato – andare, rimanere, gioire – e che nell’Evangelii gaudium (nr 1) ci consegna così : “La gioia del Vangelo riempie il cuore e la vita intera di coloro che si incontrano con Gesù. Coloro che si lasciano salvare da Lui sono liberati dal peccato, dalla tristezza, dal vuoto interiore, dall’isolamento. Con Gesù Cristo sempre nasce e rinasce la gioia.

E proprio partendo da questo che siamo convinti che l’Azione Cattolica e l’Azione Cattolica dei Ragazzi, possa riscoprire la propria specificità e fortificata dallo stare insieme, adulti giovani e ragazzi, in una associazione, dall’essere associazione, possa rispondere alla chiamata che il Papa le fa di essere  “Chiesa in uscita, comunità di discepoli missionari che prendono l’iniziativa, che si coinvolgono, che accompagnano, che fruttificano e festeggiano.” ( E.G. nr 24)

Siamo fermamente convinti che la nascita del nuovo centro parrocchiale sarà motore per la comunità e per una rinnovata  AC , e il domani che ci aspetta sarà ancor più bello di quello che è stato ieri.

E l’AC già ti tagga per domani!



Commenti

Messaggio!

Non ci sono commenti

Lascia un commento