I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Dio e l’uomo parlano tra loro con parole e gesti, per raccontarsi l’un l’altro quanto palpita dentro di loro e per costruire ponti di comunione. Nella regola dell’ascolto avviene l’arte dell’incontro tra menti e cuori di mondi infiniti.

Quando le stagioni della vita personale sono attraversate da Dio ha inizio la festa della terra con il cielo. Celebrare è questione di fede, quando ciascuno rende gloria per la bellezza dell’altro: l’uomo a Dio e Dio all’uomo.

La fedeltà a Dio e all’uomo si gioca nella capacità di servire entrambi per amore. Nel gesto del servire sono le parole e il sorriso a rivelare la verità dei cuori e, ancor di più, l’amore senza limiti per la gioia e per la vita degli altri.

Stare insieme è sempre… non aver perso tempo.

Giornata di fraternità per il Gruppo Separati e Divorziati


Stare insieme è sempre… non aver perso tempo.

Il nostro appuntamento mensile è iniziato in uno dei luoghi più belli dal punto di vista naturalistico della nostra zona: la Gola del Furlo. Non avevamo in programma un incontro vero e proprio, ma solo un momento per stare in mezzo alla natura e poi una pizza insieme, domenica 29 maggio scorso.

Camminare fra le ripide pareti della gola, nel silenzio e nei colori particolari della luce di un tardo pomeriggio di primavera, riempie di serenità: il vede delle acque del Candigliano, le sfumature dal bianco, al rosa, al grigio delle pareti dei monti Pietralata e Paganuccio che il fiume attraversa e modella da chissà quanti milioni di anni.
Si passeggia, si parla, ci si rilassa e ci si ritrova. Alcune nuvole grigie e piene d’acqua ci convincono a ritornare verso le auto e così, per poco, ci salviamo da un bel temporale.

A cena si parla del più e del meno. Emergono un po’ i discorsi e i temi che ci stanno più a cuore. Papa Francesco sta invitando la Chiesa ad essere aperta nei confronti delle persone che vivono situazioni simili alle nostre. Situazioni al plurale, perché ogni storia è una storia diversa, perché vissuta da persone diverse e in situazioni diverse. Quindi non si può, anche in questo caso, generalizzare.
Fino a qualche anno fa, quando abbiamo iniziato questo cammino, certe cose che Papa Francesco ora dice con semplicità e naturalezza, ci sembravano impossibili!
Ma lo Spirito agisce nel cuore degli uomini. Questo ci dà speranza! In qualche modo ci sentiamo partecipi di questo cambiamento.

Uno di noi fa questa riflessione: «Dopo aver ammirato le meraviglie naturalistiche, risalendo alla storia riguardante "la grotta del grano" e venendo a conoscenza di come quella vecchia strada fosse stata percorsa da tanti popoli, sedendoci a tavola abbiamo affrontato il tema dell'emarginazione e dell'integrazione. Mi è sembrato di intuire che neppure delle persone come noi del gruppo, che abbiamo vissuto in prima persona, in piccola parte questi due temi, siano maturati così tanto da accettare con facilità "l'altro".
È un po’ triste ammettere che non basterà neanche questo periodo storico per intenerire il cuore di ogni uomo (il mio per primo). È sempre comunque bello potersi confrontare e discutere su temi così delicati ed attuali. Vorrei che l'esperienza di ognuno di noi diventi testimonianza vera nella vita di tutti
».

La serata si conclude. Ognuno torna a casa con la certezza di non essere solo e con lo sguardo verso una nuova settimana che sta per iniziare.

stare-insieme-e-sempre-non

Giornata di fraternità Gruppo Separati e Divorziati

stare-insieme-e-sempre-non

Giornata di fraternità Gruppo Separati e Divorziati

stare-insieme-e-sempre-non

Giornata di fraternità Gruppo Separati e Divorziati

stare-insieme-e-sempre-non

Giornata di fraternità Gruppo Separati e Divorziati

stare-insieme-e-sempre-non

Giornata di fraternità Gruppo Separati e Divorziati

stare-insieme-e-sempre-non

Giornata di fraternità Gruppo Separati e Divorziati



Commenti

Messaggio!

Non ci sono commenti

Lascia un commento