I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Dio e l’uomo parlano tra loro con parole e gesti, per raccontarsi l’un l’altro quanto palpita dentro di loro e per costruire ponti di comunione. Nella regola dell’ascolto avviene l’arte dell’incontro tra menti e cuori di mondi infiniti.

Quando le stagioni della vita personale sono attraversate da Dio ha inizio la festa della terra con il cielo. Celebrare è questione di fede, quando ciascuno rende gloria per la bellezza dell’altro: l’uomo a Dio e Dio all’uomo.

La fedeltà a Dio e all’uomo si gioca nella capacità di servire entrambi per amore. Nel gesto del servire sono le parole e il sorriso a rivelare la verità dei cuori e, ancor di più, l’amore senza limiti per la gioia e per la vita degli altri.

Semi di Vangelo


In quei giorni Maria si mise in viaggio e raggiunse in fretta un villaggio che si trovava nella parte montagnosa della Giudea.
Lc 1,39

Non poteva essere altrimenti. Tra tutti i possibili tipi di viaggio – ricerca, solitudine, missione, punitivo… – Gesù sceglie quello della compagnia: in viaggio dentro il grembo di una donna. E Maria ne è consapevole. Non solo nel ventre, ma in tutte le dimensioni della sua persona si ritrova a vivere l’esperienza di una presenza, l’esperienza di Gesù.

Anche nel tuo viaggio accade la stessa avventura. Per fede e nella fede tu ricevi, accogli e custodisce la persona, il messaggio, la vita di Gesù. Ovunque tu metta il tuo piede, in qualsiasi direzione tu decida di orientare il tuo sguardo, Gesù è con te, dentro di te.

Così varchi una dopo l’altra le tante porte del tuo viaggio, senza paura di ciò che lasci al di qua, fidandoti di ciò che potrai incontrare oltre.

Con Gesù tutti i viaggi sono possibili e tutte le possibilità diventano l’inizio di un viaggio insieme a lui.