I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Dio e l’uomo parlano tra loro con parole e gesti, per raccontarsi l’un l’altro quanto palpita dentro di loro e per costruire ponti di comunione. Nella regola dell’ascolto avviene l’arte dell’incontro tra menti e cuori di mondi infiniti.

Quando le stagioni della vita personale sono attraversate da Dio ha inizio la festa della terra con il cielo. Celebrare è questione di fede, quando ciascuno rende gloria per la bellezza dell’altro: l’uomo a Dio e Dio all’uomo.

La fedeltà a Dio e all’uomo si gioca nella capacità di servire entrambi per amore. Nel gesto del servire sono le parole e il sorriso a rivelare la verità dei cuori e, ancor di più, l’amore senza limiti per la gioia e per la vita degli altri.

Ritroviamoci tutti a Emmaus

Itinerario di meditazione e di preghiera aperto a tutti i


Ritroviamoci tutti a Emmaus

Una mattina al mese, il terzo sabato, è il momento preciso e opportuno per vivere un’ora di profondo silenzio interiore, di ascolto della Parola di Dio, di adorazione dell’Eucaristia e di preghiera fraterna alla luce del brano evangelico dei due discepoli di Emmaus.

Attingendo alla spiritualità liturgica di Taizè, alcune decine di persone si raccolgono in preghiera nella Cripta della Chiesa parrocchiale per rientrare ciascuna dentro se stessa e ritrovare lì, nella stanza della propria intimità, il punto d’incontro della propria persona con quella del Signore Risorto.

Non occorrono fiumi di parole per aiutare i partecipanti ai sabati di Emmaus a rileggere e a comprendere la propria storia personale alla luce dell’intelligenza dello Spirito santo. Più di ogni altro sforzo è richiesto a ciascuno quello di abbracciare le emozioni presenti nella propria vita, affinché l’amore di Dio possa avvolgere e abbracciare a sua volta il vissuto di tutti.

Emmaus non è solo un luogo raccontato nel Evangelo di Luca. Per molti, all’inizio della loro avventura, Emmaus è stato il luogo da dove sono partiti alla volta della sequela di Gesù. A Emmaus alcuni fanno sempre ritorno, delusi e amareggiati a motivo delle ferite incise sulla pelle della loro fede. Ad Emmaus è possibile fare per tutti l’esperienza del Risorto e da lì ripartire alla volta della Chiesa.

Quella de' I sabati di Emmaus è appunto la proposta di una scoperta nella propria vita, quella del Signore Risorto. E ancora di più, quella de' I sabati di Emmaus è la proposta di un ritorno gioioso tra le braccia della vera Chiesa, quella della risurrezione e dell’amore sincero di Gesù.

Un’opportunità di risveglio spirituale, quella de' I sabati di Emmaus, aperta a tutti e consigliata in modo caloroso a quanti si sentono di non avere mai smesso di cercare Dio nella loro vita e in seno alla vita della medesima Chiesa.

ritroviamoci-tutti-ad-emmaus-gbjpg

I sabati di Emmaus



Commenti

Messaggio!

Non ci sono commenti

Lascia un commento