I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Dio e l’uomo parlano tra loro con parole e gesti, per raccontarsi l’un l’altro quanto palpita dentro di loro e per costruire ponti di comunione. Nella regola dell’ascolto avviene l’arte dell’incontro tra menti e cuori di mondi infiniti.

Quando le stagioni della vita personale sono attraversate da Dio ha inizio la festa della terra con il cielo. Celebrare è questione di fede, quando ciascuno rende gloria per la bellezza dell’altro: l’uomo a Dio e Dio all’uomo.

La fedeltà a Dio e all’uomo si gioca nella capacità di servire entrambi per amore. Nel gesto del servire sono le parole e il sorriso a rivelare la verità dei cuori e, ancor di più, l’amore senza limiti per la gioia e per la vita degli altri.

Ritmare il presente per un buon cammino futuro

Quando relax e programmazione diventano magia per i Catechisti di 3ª media


Ritmare il presente per un buon cammino futuro

E chi l’ha detto che mettere mano alle cose di Parrocchia sia come dire avere a che fare con cose noiose, un po’ tristi, magari anche scostanti? Non è certo così per il Gruppo dei Catechisti di 3ª media della nostra Parrocchia di Lucrezia, che per la prima volta si cimenterà con tre giorni di programmazione del nuovo cammino di Catechesi dei Ragazzi di Terza media, i “piccoli diavoli" che si stanno preparando al Sacramento della Confermazione 2017.

Location della 3G di programmazione l’incantevole borgo medioevale di Serra San Quirico, ai confini della provincia di Ancona, dove le strade si issano su per i pendii delle colline attorno al Monte San Vicino. Vicoli, archi, piazzette si presentano ancora oggi carichi di storia e di emozioni di un tempo. Saranno loro a fare da contorno alla nuova esperienza di confronto tra Catechisti accesi ed emozionati allo stesso tempo. Sul tavolo l’immancabile sfida raccolta dalla nostra Parrocchia: "come affascinare ancora i ragazzi all’avventura del Vangelo e della fede in Gesù?”.  

Con precisione da don, nello zaino dei dodici Catechisti ho chiesto di mettere alcuni strumenti quanto mai utili per sognare, disegnare, scrivere e programmazione un anno di Catechesi per i loro Ragazzi, un percorso di fede “espressamente" all’insegna dell’innovazione: quali strumenti? Ops!! Come una massaia che custodisce i segreti dei suoi mestoli e delle sue pentole non lo posso ancora dire.

Un piccolo suggerimento dato ai Catechisti, però, può essere utile anche ad altri: metterci ritmo nei sogni, nel percorso da compiere e nella stessa programmazione. Le corde di una chitarra possono essere toccate, pizzicate, per produrre melodie incantevoli; le stesse corde possono essere percorse come strade verso l’infinito. Ecco il primo suggerimento, giunti alle porte di questa 3G: vedere le cose in modo diverso dal solito, rilanciando un’unica, gioiosa, prospettiva da raggiungere, l’Infinito.

Ah, mi stavo per dimenticare qualcosa di importante, Gesù, sarà lui il compagno invisibile in questa avventura, in questo viaggio tutto da percorrere in fraterna allegria.

ritmare-il-presente-per-un

Start Up 2015

ritmare-il-presente-per-un

Serra San Quirico (AN), Copertelle

ritmare-il-presente-per-un

Panorama dal Monte San Vicino (MC)

ritmare-il-presente-per-un

Serra San Quirico (AN)



Commenti

Messaggio!

Non ci sono commenti

Lascia un commento