I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Dio e l’uomo parlano tra loro con parole e gesti, per raccontarsi l’un l’altro quanto palpita dentro di loro e per costruire ponti di comunione. Nella regola dell’ascolto avviene l’arte dell’incontro tra menti e cuori di mondi infiniti.

Quando le stagioni della vita personale sono attraversate da Dio ha inizio la festa della terra con il cielo. Celebrare è questione di fede, quando ciascuno rende gloria per la bellezza dell’altro: l’uomo a Dio e Dio all’uomo.

La fedeltà a Dio e all’uomo si gioca nella capacità di servire entrambi per amore. Nel gesto del servire sono le parole e il sorriso a rivelare la verità dei cuori e, ancor di più, l’amore senza limiti per la gioia e per la vita degli altri.

Percepire la gioia negli occhi dei nostri ragazzi !

La testimonianza di Caterina catechista del gruppo dei Cresimandi 2016


Percepire la gioia negli occhi dei nostri ragazzi !

Gli sguardi !

Ecco cosa mi meraviglia di piú nello svolgere il ruolo di catechista.

Ciao, mi chiamo Caterina e sono quattro anni che faccio parte del gruppo 2001.

Quando la sera, dopo aver mangiato di corsa, arrivo agli incontri, magari stanca dalla pesante giornata che ho appena passato, la prima cosa che noto nei miei ragazzi sono i loro sguardi.

Secondo me gli occhi e la loro espressione sono il punto piú preciso del nostro corpo nel quale riusciamo a percepire subito le emozioni di chi ci sta di fronte, e negl'occhi dei nostri ragazzi, l'emozione che piú percepisco è la gioia!

Sono fiera di vedere nei ragazzi degli occhi cosí pieni di bellezza, gli stessi occhi che appena vedono il tuo volto, iniziano a brillare, a ridere, a parlare e non puoi non ricambiare quegli sguardi pieni di emozioni che, immersi nei nostri, puntano tutti verso un unico fine: quello di poter sempre guardare in alto verso Gesú, diritti verso i nostri obbiettivi e mai in basso verso le nostre sconfitte.



Commenti

Messaggio!

Non ci sono commenti

Lascia un commento