I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Dio e l’uomo parlano tra loro con parole e gesti, per raccontarsi l’un l’altro quanto palpita dentro di loro e per costruire ponti di comunione. Nella regola dell’ascolto avviene l’arte dell’incontro tra menti e cuori di mondi infiniti.

Quando le stagioni della vita personale sono attraversate da Dio ha inizio la festa della terra con il cielo. Celebrare è questione di fede, quando ciascuno rende gloria per la bellezza dell’altro: l’uomo a Dio e Dio all’uomo.

La fedeltà a Dio e all’uomo si gioca nella capacità di servire entrambi per amore. Nel gesto del servire sono le parole e il sorriso a rivelare la verità dei cuori e, ancor di più, l’amore senza limiti per la gioia e per la vita degli altri.

Non lo facciamo per noi, ma solo per loro!

La testimonianza di alcuni Catechisti del Gruppo dei Ragazzi di 3ª media


Non lo facciamo per noi, ma solo per loro!

Il Gruppo Catechisti di 3ª media è un gruppo di giovani che tutti assieme formano una grande squadra provvista di tutto: serietà quando è necessaria, allegria gioia e spensieratezza in abbondanza, sempre e comunque, voglia di fare sempre al primo posto, ma in modo speciale voglia di trasmettere ai ragazzi gli insegnamenti di Gesù e farglieli vivere sulla loro pelle attraverso gesti, emozioni, esperienze, sorrisi, parole; parole che lasciano un segno e che permettono ai ragazzi di crescere interiormente. 

Insomma il nostro Gruppo non sarebbe completo anche se solamente uno di noi mancasse o non si impegnasse al massimo perché tutti insieme ognuno con le sue doti con le sue qualità completa gli altri ma non solo, aiuta tutti quanti a sviluppare ciò di cui è sprovvisto così da rendere la squadra ancora più forte ed unita !! 

Coesione, volersi bene, volere i bene, collaborazione, allegria e semplicità: sono queste le poche ma importanti parole che caratterizzano il Gruppo Catechisti di 3ª media!!!

Ma ora ascoltiamo la testimonianza di alcuni Catechisti:

 

Ciao, sono Samuele!!!

Quella di quest'anno è stata la mia prima esperienza da educatore e devo dire che nonostante il lavoro e l'impegno che c'è dietro, i sorrisi stampati nei volti dei ragazzi, i loro abbracci ed i loro occhi pieni di felicità mi hanno sempre ripagato di tutto.

 

Tutto ciò l'ho vissuto al mio primo campo, dove il concetto di amicizia con Gesù per i ragazzi non è stato solo un argomento da affrontare ma una parola da vivere giorno per giorno insieme come gruppo. Rimanendo in tema di amicizia, ho potuto conoscere questo "branco di ragazzi" un po’ matti a volte, ma davvero con qualcosa di speciale che li fa essere unici e devo ammettere che mi ci trovo davvero bene.

Un grazie davvero a chi mi ha concesso l'opportunità di intraprendere questo cammino e questa esperienza che non solo serve ai ragazzi, ma serve davvero molto anche a me come Catechista.

 

Ciao, sono Elena.

Due anni fa mi fu proposto di diventare educatrice, inizialmente avevo dei dubbi ed alcune incertezze per questo nuovo incarico ma qualcosa mi spinse ad accettare la proposta. Non fu semplice ma pian piano iniziai a sentirmi un punto di riferimento per i ragazzi. Loro mi hanno dato una carica eccezionale dimostrandomi affetto, fiducia e simpatia.

Sono davvero contenta ora della scelta che ho fatto perché tutto ciò ha contribuito anche alla mia crescita personale. Da questi ragazzi ho ricevuto davvero tanto, forse più di quanto io abbia dato loro.

Nel mio piccolo ho cercato di far crescere nei ragazzi il desiderio e la bellezza di incontrare Gesù non soltanto durante l’ora di catechismo ma diventando una persona su cui loro potessero contare, perché in fondo un catechista è soprattutto questo.

 

 

Ciao, sono Agnese.

Quest’anno è stata la mia prima esperienza con il gruppo catechistico dei ragazzi del 2002. Ci sarebbero tante cose da dire su questo anno insieme, le emozioni provate con i ragazzi, il duro lavoro per preparare gli incontri, ma alla fine ne è valsa davvero la pena, perché vedere i ragazzi apprezzare ciò che fai per loro è una grande soddisfazione.

Penso che il momento più significativo di questo anno e  che mi ha aiutato di più a conoscere i ragazzi sia stato il Crazy-Campo, l’esperienza conclusiva del cammino fatto insieme questo anno nella quale i  ragazzi hanno dato davvero il meglio di loro stessi.

Posso dire che ne sono davvero fiera ed è proprio grazie a questa carica che mi hanno trasmesso ho deciso di continuare a intraprendere questo cammino di fede al loro fianco, per vivere nuovi momenti, nuove emozioni e nuove esperienze e per continuare a vedere la gioia e la felicità noi loro volti che ti fanno capire l’importanza che tu hai per loro.

testi-g4jpg

Gruppo Catechsiti 3ªmedia

testi-s4jpg

Gruppo Catechsiti 3ªmedia

testi-ssjpg

Gruppo Catechsiti 3ªmedia

testi-zejpg

Gruppo Catechsiti 3ªmedia



Commenti

Messaggio!

Non ci sono commenti

Lascia un commento