I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Maria, donna del suo tempo!

Ritiro Giovani Avvento 2015


Maria, donna del suo tempo!

Natale: una Madre.
La Sua Madre. La nostra Madre.
La legge del Cielo è tornare bambini.
Accoglici fra le tue braccia, Maria,
perché questo Natale abbia senso
per noi.
(Chiara Lubich)


Un momento forte di riflessione, guidato dal Movimento femminile del Focolare di Ancona ha aiutato i circa 200 Giovani presenti della nostra Comunità parrocchiale ad introdursi in questo Tempo particolare di preparazione al Natale, l'Avvento.

In particolare Anna Luce, Gloria e Simona hanno voluto guidarci alla riscoperta della figura di Maria e come questa, prima donna e poi mamma, possa essere ancora oggi un punto di forza e di luce nelle vite di ciascuno di noi.
A fare da filo alla serata una band composta da 7 giovani che ci hanno riproposto cinque brani di musica leggera. Grazie a loro abbiamo visto come questi brani più che mai, e la musica in generale, suscita in ciascuno di noi domande profonde che ci aiutano a metterci alla ricerca e alla riscoperta di risposte che ogni persona custodisce nella sua interiorità.

Tanti i temi affrontati e ciascuno di noi è stato invitato in questo periodo a fare propri.

Oggi i giovani sento dentro se stessi una grande sete d’infinito; ma quante volte, forse troppo spesso, avvertono nel cuore l’insoddisfazione per quello che fanno, per i risultati che hanno, per quello che sono, eppure devono sempre avere quello sguardo proiettato verso l’alto per non lasciare che qualcuno gli rubi il Cielo, ossia quella relazione personale ed intima con Gesù nella propria spiritualità!

Trovare nel Cielo una risposta è una strada possibile per la nostra felicità, che molto spesso non riusciamo a capire dove sia o come raggiungerla. Pensiamo che essere veramente felici sia avere tante cose, possedere qualcosa di valore o qualcuno, ma quando abbiamo e possediamo qualcosa dopo l’entusiasmo e la gioia iniziale ci accorgiamo che nel giro di poco tempo questa svanisce, e capiamo che non è quella la vera felicità.

Non siamo felici da soli, siamo persone felici se è felice anche chi sta accanto a noi. Siamo felici se riusciamo a gustare il cammino della vita insieme alle persone che ci accompagnano, insieme alle persone che scopriamo essere nostri amici e fratelli e che rendono il nostro cammino di crescita e di vita meno ripido perché percorso insieme.

Nonostante tutto, però, la felicità è possibile! Quando il mondo che ci circonda ci sembra ostile, sembra avercela con noi e tutto sembra andare storto, è l’ennesimo atto di fiducia che ci chiede Gesù nel fidarci di Lui, nel riporre tutti i nostri dubbi e preoccupazioni nelle sue mani, ci esorta ad abbandonarci al suo amore di Padre e di fratello per lasciarci accompagnare nella nostra storia.

Maria, è stata una donna felice! Maria si è fidata di Dio; Maria ha detto a Dio il suo “SI”!

Con il Natale, come in ogni istante e attimo della nostra vita, anche noi diciamo come Maria il nostro “SI”. Il nostro “SI” oggi non deve essere ne banale ne retorico, ma un “SI” detto da chi ha la consapevolezza della grande gioia che porta alle nostre vite accogliere Gesù.

Maria, si è preparata ad accogliere Gesù, suo Figlio, andando ad amare, prima di tutto andando da sua cugina Elisabetta! Anche noi, allora, dobbiamo sempre, ma soprattutto in queste settimane, amare. Dobbiamo andare alla riscoperta di questo grande valore, dobbiamo togliere da davanti ai nostri occhi quella patina fatta di pregiudizi e di superficialità, per vedere in chi ci sta accanto uomini e donne che hanno bisogno di essere amate e di donare amore.

Maria allora cosa ha a che fare con noi oggi? Maria oggi è per noi una donna e per tutti una mamma, e in Lei vediamo l’esperienza di quell’amore puro che in nove mesi ha cambiato la sua vita, ma anche quella di tutta l’umanità. In Lei vediamo tutte le nostre mamme e tutto quello che hanno provato e vissuto nel portarci e tenerci nel loro grembo, l’amore immenso, l’amore senza fine, l’amore senza misura. Quell’amore che a Maria ha dato la forza di stare accanto a Suo Figlio anche nel gesto d’amore più estremo che Lui, Gesù, ha compiuto!

Allora anche noi, come Maria e come tutte le nostre mamme, pronti ad accogliere Gesù nei nostri cuori, riserviamo a Lui e alla nostra relazione con Lui delle carezze di tenerezza, delle parole di gioia e dei gesti di pace!



Commenti

Messaggio!

Non ci sono commenti

Lascia un commento