I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

L'infinito di Dio è dentro di noi


Linfinito di Dio è dentro di noi

In questa notte
non ti vedo bene, Gesù.

Le lacrime bagnano i miei occhi,
offuscano il mio desiderio
di contemplare intensamente te,
Bambino, che tra le mie braccia
con dolcezza rivolgi a me
il tuo sguardo innocente
e con un solo sorriso
mi accarezzi il cuore,
così come nessuno
è stato mai capace di fare fino ad ora.

In questa notte
tu sei dentro di me, Gesù,
e a te attrai ogni mio pensiero,
ogni mio sospiro di amore.

In questa notte, Gesù,
dolcemente ti stringo a me,
sapendo che non ti potrò trattenere
a lungo tutto e solo per me.

È la notte degli abbracci, questa,
e tu passi da persona a persona,
da cuore a cuore,
come per lasciarti cullare
dolcemente dall’umanità,
tua nuova pelle;
perché tutti abbiano,
anche per un solo istante,
la certezza che tu,
tu sei per ciascuno
il Dono di Dio.

Nel tuo Natale, Gesù,
c’è un posto anche per me:
perché con amore mi hai atteso
e per questo incontro
hai educato il mio cuore
a riconoscere la tua Voce.
In questa notte,
non tu nasci in me,
ma io in te, Gesù,
insieme a te
per le cose del Cielo.

In questa notte tu mi prendi la mano
e per sempre
mi riporti a casa.

Grazie, o mio Gesù!



Commenti

Messaggio!

Non ci sono commenti

Lascia un commento