I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Il nostro SI a Cristo

Lucrezia accoglie i simboli italiani della GMG


Il nostro SI a Cristo

Un intenso momento di preghiera ha caratterizzato la seconda giornata nella quale la diocesi di Fano ha accolto la statua della Madonna di Loreto e l'icona del Crocifisso di San Damiano.

Nella giornata di lunedì 08 febbraio hanno fatto sosta nella Comunità parrocchiale di Lucrezia, dove, per l’occasione, giovani e adulti si sono ritrovati a pregare davanti a questi due simboli che i giovani italiani doneranno alla città di Cracovia durante la prossima Giornata Mondiale della Gioventù. 

Durante i tre momenti che hanno scandito lo svolgersi della veglia di preghiera abbiamo avuto modo di riflettere e meditare su come il "SI" di Maria e il "SI" di San Francesco possano aiutarci, ancora oggi, a trovare la via che conduce alla felicità!

La figura di Maria ci invita ad aspettare ed accogliere Dio dove e quando meno ce lo aspettiamo. Dio, come a Maria, parla e si rivela a noi e alla nostra vita proprio dove noi pensiamo di essere lontani da Lui, nelle vicende e nelle storie caratterizzate dai nostri progetti umani!  

La vita di Francesco di Assisi ci aiuta a riflettere su come l'insoddisfazione, il dolore e la sofferenza per un sogno di vita già iniziato non gli porta la felicità! Sperimenta allora qualcosa di nuovo, un'emozione mai provata che porta nel suo cuore sentimenti di gioia, dolcezza e tenerezza. Dall'amore appassionato per Gesù Crocifisso nasce in Francesco il desiderio di trasformare la sua vita come quella dell'Amato.

Sull'esempio di queste due figure il nostro "SI" a Cristo deve essere un "SI" coraggioso, che ci viene chiesto quando meno ce lo aspettiamo, quando tutto ci sembra andare storto e le nostre vite sono lontanissime dalla Sua. Il nostro "SI" a Cristo ci esorta a farLo diventare, insieme a noi, protagonista delle nostre vite.

Al termine della veglia di preghiera ciascuno di noi ha voluto poggiare il capo sul legno di quel crocifisso e ha riposto su quello sguardo di Gesù in croce, morto e risorto per amore, tutte le sue preghiere personali, chiedendo a Dio di aiutarci a comprendere e ad essere illuminati da ciò che Lui vuole e desidera per ciascuno di noi, per essere da Lui sostenuti ed incoraggiati nei nostri cammini di vita.



Commenti

Messaggio!

Non ci sono commenti

Lascia un commento