I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Il bambino nel paese del sole

Proposta editoriale per il mese di ottobre


Il bambino nel paese del sole

In questo mese di ottobre il Gruppo della Buona Stampa vuole proporvi una lettura che si svolge nel passato, ma che ripercorre la storia vera di un fuggiasco di guerra che potrebbe ancor oggi rappresentare la storia di ciascun uomo costretto a trovare rifugio da una guerra ingiusta e crudele. La proposta è del libro "Il bambino nel paese del sole" di Eric Lamet.

IL LIBRO

Marzo 1938. Le truppe naziste marciano sull'Austria. La famiglia di Eric, ebrea polacca ma residente a Vienna, è costretta a una drammatica fuga, e scappa in Italia. Ma il Paese di Mussolini non è un porto sicuro: con la promulgazione delle leggi razziali e lo scoppio della guerra, Eric, otto anni, e mamma Lotte sono inviati al confino a Ospedaletto d'Alpinolo, in provincia di Avellino, un luogo in cui la vita sembra essersi fermata al secolo precedente. Lontano dagli scenari di guerra, il paesino del Sud vive secondo i ritmi immutabili della natura: per il ragazzino di città è la scoperta di un mondo incredibile e affascinante. Vivere all'aria aperta, senza scuola né obblighi di sorta, al piccolo Eric pare quasi una favola avventurosa.
Mentre la madre fa l'impossibile perché il suo bambino possa godere, nonostante tutto, della magia dell'infanzia, i due fuggiaschi conquistano a poco a poco l'affetto della gente del posto e conoscono un nuovo "marito e padre", generoso e amorevole. Peccato che un sogno, anche il più bello, non duri per sempre. La violenza del conflitto non risparmia le montagne di Ospedaletto e il ragazzo è così costretto a crescere in fretta, sperimentare l'odio, sentire l'odore della morte. A guerra finita Eric non sarà più lo stesso, ma il "Paese del sole", il Paese che lo ha salvato da un destino ancora più tragico, rimarrà per sempre nel suo cuore. Un'emozionante storia vera, raccontata con intensità e ironia dal suo protagonista, oggi ottantunenne.

L'AUTORE

Eric Lamet è nato a Lifschutz il 27 maggio 1930, in una famiglia ebrea medio-alta classe. Entrambi i suoi genitori, nati in Polonia, si trasferirono a Vienna prima della prima guerra mondiale. Il 18 marzo 1938, cinque giorni dopo lentrata in vigore della legge razziale, quando le truppe tedesche avevano marciato a Vienna, la famiglia di Lamet fuggì in Italia, dove ha trascorso la maggior parte dei futuri dodici anni. Dopo la seconda guerra mondiale Eric si stabilì a Napoli con la sua famiglia. Ha finito il liceo in quella città e ha studiato ingegneria presso l'Università di Napoli.
Nel 1950 la famiglia si trasferì negli Stati Uniti, dove Eric ha continuato i suoi studi di ingegneria presso l'Istituto di Tecnologia di Drexel a Philadelphia, vicino a casa della sua famiglia. Qui decise che il mondo dell'imprese sarebbe stato più in linea con la sua personalità, e intraperse una carriera di affari.
Parlando c
orrentemente tedesco, italiano, inglese, spagnolo, e yiddish, Erich ha svolto il servizio di interprete per il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti e ha insegnato italiano per diversi anni. Lamet ha studiato pianoforte e canto e, fino ad oggi, gli piace interpretare canzoni napoletane. Lamet ha tre figli, due figliastri, e sette nipoti. Questo è stato il motivo per cui ha scritto questo libro. Lui e sua moglie trascorrono il loro tempo a Pittsfield, nel Massachusetts.

il-bambino-nel-paese-del

Eric Lamet

il-bambino-nel-paese-del

Libro: Il bambino nel paese del sole



Commenti

Messaggio!

Non ci sono commenti

Lascia un commento