I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Che bello vivere la bellezza di Valencia

Primi passi verso il gemellaggio di fiducia con una Parrocchia spagnola


Che bello vivere la bellezza di Valencia

Domenica 27 dicembre un gruppo di giovani della nostra Parrocchia è partito alla volta di Valencia (E), per partecipare all’annuale “Pellegrinaggio di fiducia sulla terra”, organizzato dalla Comunità francese di Taizè. Da 38 anni questo incontro europeo dei giovani si svolge durante le feste natalizie, per far vivere insieme l'arrivo del nuovo anno.

Per alleggerire il lungo viaggio (1643 km andata e 1643 km ritorno) ci siamo fermati una notte a Barcellona, sia all'andata che al ritorno, e una notte presso il convento delle Suore Clarisse di Diano Castello (IM).

Per chi era già stato a Taizè questa è stata un'occasione per rivivere i momenti speciali di condivisione, fraternità e semplicità e rivedere volti familiari. Per chi non ha mai vissuto prima questa esperienza del “Pellegrinaggio di fiducia sulla terra” è stato un modo per scoprire questo stile di vita, a maggior ragione grazie alle famiglie spagnole della parrocchia di San José, che ci hanno accolto con grandissimo calore, condividendo con noi tavola, compagnia e tempo, nonostante i loro dubbi iniziali.

Come a Taizè, la giornata prevedeva tre momenti di preghiera: dopo quello mattutino delle 8.30 in parrocchia, seguiva un incontro multilingue-culturale in cui c’era la possibilità di confrontarci seguendo alcune proposte ben precise formulate da Fra Alois; atri due momenti di preghiera quello delle 14.00 e quello delle 19.00. Infine, potevamo partecipare ai "workshop", attività a sfondo sociale-culturale.

La sera di Capodanno abbiamo vissuto in Parrocchia a San Josè alle 23.00 la preghiera per la pace nel mondo conclusasi poco prima della mezzanotte e, dalla mezzanotte in poi, con serenità e con allegria abbiamo partecipato alla "Festa dei popoli”, in cui ogni Nazione lì presente ha proposto un canto o un ballo caratteristico del suo Paese.

Al momento della partenza, dopo il pranzo del Primo dell’Anno, abbiamo deciso con le famiglie che ci saremmo rivisti, iniziando a pensare alla costruzione di un gemellaggio di fiducia Lucrezia-Valencia.

Nonostante la triste atmosfera degli addii, siamo ripartiti da Valencia alla volta di Lucrezia, con la consapevolezza della possibilità di una vita vissuta meglio all’interno della Comunità umana, in cui le differenze tra le persone sono un ponte e non un muro!

Ginevra Burattini



Commenti

Messaggio!

Non ci sono commenti

Lascia un commento