I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Capodanno a Madrid, nel segno di Taizé

I racconti dei giovani della nostra parrocchia di ritorno dalla Spagna


Capodanno a Madrid, nel segno di Taizé

Se dovessi scegliere una sola parola, per descrivere questa magnifica esperienza, sarebbe: ACCOGLIENZA!

Il capodanno di Taizè, che questo anno si è svolto nella capitale spagnola, è stato per tantissimi giovani e adulti, provenienti da tutte le parti d'Europa, un momento di grande condivisone, ascolto reciproco, conoscenza del diverso e calorosa ospitalità. Sono stati giorni in cui si sono creati dei legami, sia con le famiglie che hanno aperto le loro case sia con gli altri giovani di altri paesi.
Non sono mancati poi i momenti di silenzio e di preghiera che hanno dato modo di riflettere sui bellissimi giorni passati e ringraziare il Signore di questo grande dono.

Tornata da questo breve pellegrinaggio, devo portare con me tutta l'energia e la positività accumulate in questa settimana di festa; ma non posso tenermele per me: devo condividerle. È proprio questo il proposito che ho fatto per questo nuovo anno (alla luce del capodanno vissuto a Madrid): vivere con gioia e luce ogni giorno, mettendo alla base di tutto l'ACCOGLIENZA, condividendola con gli altri.
Ginevra


Questa esperienza e stata per me la prima con Taizé, prima della partenza era un'incognita perché conoscevo soltanto due amici di tutto il gruppo che ha partecipato. Ciò che mi ha colpito è stata l'ospitalità e l'accoglienza che ho sentito. Inoltre un'altra cosa che mi e rimasta impressa è il legame che si è creato con il gruppo e il fatto di conoscere nuove persone e nuove culture di altri paesi.
L'esperienza che ho vissuto,considerando che ero partito con un'incognita, si e rivelata molto positiva per la mia persona.
Diego

 

Nonostante abbia già fatto un'esperienza di Capodanno con la comunità di Taize, quella di quest anno é come se fosse stata la prima volta. É sempre bello conoscere altri ragazzi e condividere pensieri e opinioni, migliorando e imparando a vicenda nello spirito della festa. Una bella ventata d'aria fresca che rilassa e fortifica la fede.
Giacomo

 

Cosa è stato per me l’incontro europei dei giovani a Madrid?
Quest’incontro per me è stato sicuramente un’esperienza che mi porterò nel futuro, un’esperienza di comunione unica in cui tutti noi eravamo ospiti della parrocchia a noi assegnata; ed è proprio questa ospitalità che non ha creato divisioni tra persone diverse, ma le ha rese adatte all’ascolto e al dialogo. Inoltre quest’anno le riflessioni di Frère Alois durante le preghiere della sera sono state particolarmente interessanti, con parecchi spunti di riflessione e in alcune di queste frasi, a mio avviso, c’è l’essenza del perché di questo incontro e spunti per il nostro futuro.
Di cosa si è parlato durante questi giorni?
I temi affrontati sono stati: l’ospitalità, come valore fondamentale per ogni essere umano, che si deve trasformare anche in accoglienza reciproca tra le persone; la fiducia riguardante il pellegrinaggio, essa è proprio alla base di questa esperienza perché fino alla mattina di inizio non si sa dove si va e, quindi, bisogna avere fiducia durante tutto questo percorso; riguardante Dio; la solidarietà verso i poveri, persone di altre religioni, atei…; l’ascolto che è alla base di tutto, e che i giovani possano trovare nella chiesa un ascolto
Cosa ti porti a casa da questa esperienza?
Mi porterò i vari spunti di riflessione dei vari giorni e delle varie tematiche delle preghiere; le persone incontrate durante il viaggio; la famiglia che ci ha ospitato; i vari momenti passati insieme in cui ci siamo divertiti, confrontati nei vari gruppi, in pratica tutti quei momenti in cui ci siamo messi in relazione per organizzare al meglio questi fantastici cinque giorni; l’ultima avventura di cui non mi dimenticherò mai è stata la visita in un centro anziani in cui, anche se per pochi minuti, abbiamo provato a portare un po’ di noi a quelle persone che avevano qualche problema dovuto alla loro età.
Riccardo

 

Madrid 2018-19

Anche quest'anno si parte!

Dopo un lungo e bel viaggio arriviamo finalmente nelle famiglie a Madrid. Lo spagnolo ci manca come lingua, quindi iniziamo a parlare un misto tra italiano, francese ed inglese con i genitori.
Come l'anno scorso il capodanno con i monaci è un bel momento di fraternità. Sia con i compagni di viaggio, tutti gli amici conosciuti che rincotri, con i nuovi che conosci, con la famiglia che t'accoglie.
I Frère alla preghiera ci invitano all'ospitalità (tema del pellegrinaggio di fiducia), ospitalità che noi proviamo in questi giorni nelle case, nelle parrocchie, a Madrid. Con l'invito a riportare l'ospitalità nelle nostre famiglie, parrocchie. Nelle nostre vite quotidiane. Nelle nostre realtà.
Ci invitano al gusto di rischiare che porta gioia.
Portare a casa, e ovunque andremo, questa Gioia che si tramuta in ospitalità fraterna verso i fratelli.
Giovanni

 

Quest'anno l'incontro europeo dei giovani organizzato dalla comunità di taize era a Madrid. Io sono partita con un altro spirito rispetto all'anno scorso. Mentre l'anno scorso ero spinta perché ero curiosa di vedere questa esperienza oltre ovvimente che rafforzare la mia fede con Dio. Quest'anno non ero convinta di partire per tanti motivi ma poi sicuramente c'è stata una spinta dall'alto e sicuramente la spinta dall' è stata quella di dio. E quindi poi ogni mio dubbio si è sciolto. Oltre che conoscere e fare tante amicizie... Quest'anno il tema principale era l' accoglienza ed secondo me c'è stata uo ottima accoglienza da quando siamo arrivati a quando ci hanno distribuito nelle diverse parrocchie ma soprattutto la vera accoglienza è stata nella famiglia. Una famiglia gentile molto disponibile una famiglia che non ci ha fatto mancare niente. Ci ha trattati come se appartenevamo a quella famiglia. Una famiglia di cui ci siamo affezionati ed ancora oggi ci sentiamo per messaggio. Oltre all' accoglienza posso dire che la città è magnifica e che veramente la mia fede se rafforzata. Finita questa esperienza purtroppo durata poco son andata via con tanti ricordi belli con tante cose che ho imparato ma sicuramente la mia fede è cresciuta ancora di più. Grazie perché veramente oltre che mi è servito per staccare la mia routine sicuramente sono tornata con uno spirito diverso. Uno spirito che sicuramente dovrà ancora crecere ma che ha imparato tanto grazie a questa esperienza.
Giulia



Commenti

Messaggio!

Non ci sono commenti

Lascia un commento