I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Dio e l’uomo parlano tra loro con parole e gesti, per raccontarsi l’un l’altro quanto palpita dentro di loro e per costruire ponti di comunione. Nella regola dell’ascolto avviene l’arte dell’incontro tra menti e cuori di mondi infiniti.

Quando le stagioni della vita personale sono attraversate da Dio ha inizio la festa della terra con il cielo. Celebrare è questione di fede, quando ciascuno rende gloria per la bellezza dell’altro: l’uomo a Dio e Dio all’uomo.

La fedeltà a Dio e all’uomo si gioca nella capacità di servire entrambi per amore. Nel gesto del servire sono le parole e il sorriso a rivelare la verità dei cuori e, ancor di più, l’amore senza limiti per la gioia e per la vita degli altri.

Noi canteremo gloria a te


1. Noi canteremo gloria a te,
Padre che dai la vita,
Dio d’immensa carità Trinità infinita.

2. Tutto il creato vive in Te,
segno della tua gloria,
tutta la storia ti darà onore e vittoria.

3. La tua parola venne a noi,
annuncio del tuo dono:
la Tua promessa porterà salvezza e perdono.

4. Dio si è fatto come noi,
è nato da Maria:
Egli nel mondo ormai sarà verità, vita e via.

5. Cristo è apparso in mezzo a noi,
Dio ci ha visitato:
Tutta la terra adorerà quel Bimbo che ci è nato.

6. Cristo il Padre rivelò,
per noi aprì il suo cielo:
egli un giorno tornerà glorioso nel suo regno.

7. Manda, Signore, in mezzo a noi,
manda il consolatore:
lo Spirito di Santità, Spirito dell’amore.

8. Vieni, Signore, in mezzo ai tuoi,
vieni nella tua casa:
dona la pace e l'unità, raduna la tua Chiesa.

9. Tu sei la Madre di Gesù,
o Vergine Maria, resta per sempre
accanto a noi con Cristo, nostra vita.

Condividi


Autore
Stefani
Momenti liturgici
Ingresso - Offertorio - Ringraziamento
Tempi liturgici
Tempo ordinario