I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Dio e l’uomo parlano tra loro con parole e gesti, per raccontarsi l’un l’altro quanto palpita dentro di loro e per costruire ponti di comunione. Nella regola dell’ascolto avviene l’arte dell’incontro tra menti e cuori di mondi infiniti.

Quando le stagioni della vita personale sono attraversate da Dio ha inizio la festa della terra con il cielo. Celebrare è questione di fede, quando ciascuno rende gloria per la bellezza dell’altro: l’uomo a Dio e Dio all’uomo.

La fedeltà a Dio e all’uomo si gioca nella capacità di servire entrambi per amore. Nel gesto del servire sono le parole e il sorriso a rivelare la verità dei cuori e, ancor di più, l’amore senza limiti per la gioia e per la vita degli altri.

Iubilate deo


1. Iubiláte omnis terra,
iubiláte Dómino nostro
alleluia, alleluia
iubiláte Deo,
exultáte in laetítia,
iubiláte Deo.

2. Laudáte eum in excélsis,
laudáte Dóminum nostrum
omnes angeli et virtútes,
laudáte eum
quóniam magnus Rex est Dóminus
super omnem terram.

3. Laudáte pueri Dóminum,
laudáte nomen Dómini
benedíctus nomen eius,
benedíctus in saécula,
super caelos gloria eius,
laudáte omnes gentes.

4. Laudáte eum omnes ángeli,
laudáte omnes virtútes,
in aetérnum laudáte eum
omnes gentes et pópuli,
quia ipse mandávit
et omnia creáta sunt.

Condividi


Momenti liturgici
Ingresso - Comunione - Finale
Tempi liturgici
Natale - Pasqua