I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Dio e l’uomo parlano tra loro con parole e gesti, per raccontarsi l’un l’altro quanto palpita dentro di loro e per costruire ponti di comunione. Nella regola dell’ascolto avviene l’arte dell’incontro tra menti e cuori di mondi infiniti.

Quando le stagioni della vita personale sono attraversate da Dio ha inizio la festa della terra con il cielo. Celebrare è questione di fede, quando ciascuno rende gloria per la bellezza dell’altro: l’uomo a Dio e Dio all’uomo.

La fedeltà a Dio e all’uomo si gioca nella capacità di servire entrambi per amore. Nel gesto del servire sono le parole e il sorriso a rivelare la verità dei cuori e, ancor di più, l’amore senza limiti per la gioia e per la vita degli altri.

Eterna carità


Se parlassi lingue degli angeli
e degli uomini
ma non avessi la carità
sarei come un bronzo che risuona,
come un cembalo
che vibra senza l'amor.
Se pure avessi profezia,
o fede e scienza
ma se io non avessi carità nulla è.

E' paziente la carità,
è benigna, non invidia,
non si vanta la carità.
Non si gonfia né cerca
il suo interesse,
non si adira mai, il male dimentica.
Non gode dell'iniquità,
gioisce della verità.
Tutto copre, tutto crede e spera.

Dio Amore sei, eterna Carità.
Al mondo tutto finirà
sopra ogni cosa Tu resterai,
faccia a faccia
noi vedremo Te
e tutto chiaro diventerà,
ciò che era imperfetto in noi
sarà eterna carità.

Ricercate la Carità.
Aspirate ai doni dello
Spirito di Dio in umiltà.
Con la scienza e la profezia
un giorno tutto svanirà
quando Dio ritornerà.
Ed ogni uomo lo vedrà
tornare coi suoi angeli,
e ad ognuno chiederà solo Carità.

Condividi


Autore
Comunità Gesù Risorto
Momenti liturgici
Ingresso - Comunione
Tempi liturgici
Tempo ordinario