I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Dio e l’uomo parlano tra loro con parole e gesti, per raccontarsi l’un l’altro quanto palpita dentro di loro e per costruire ponti di comunione. Nella regola dell’ascolto avviene l’arte dell’incontro tra menti e cuori di mondi infiniti.

Quando le stagioni della vita personale sono attraversate da Dio ha inizio la festa della terra con il cielo. Celebrare è questione di fede, quando ciascuno rende gloria per la bellezza dell’altro: l’uomo a Dio e Dio all’uomo.

La fedeltà a Dio e all’uomo si gioca nella capacità di servire entrambi per amore. Nel gesto del servire sono le parole e il sorriso a rivelare la verità dei cuori e, ancor di più, l’amore senza limiti per la gioia e per la vita degli altri.

C'è chi torna e chi parte

Iniziato il viaggio dei Giovanissimi alla volta di Roma


Cè chi torna e chi parte

Mentre il don sta rientrando a casa, dopo il suo viaggio negli USA, ecco già in viaggio un gruppo di Giovanissimi della nostra Parrocchia, i quali parteciperanno a Roma al Giubileo dei Ragazzi.

Da sabato 23 a lunedì 25 aprile decine di migliaia di Ragazzi dai 14 ai 16 anni raggiungeranno Roma per vivere la loro esperienza di mini GMG 2016.

Attorno al tema della misericordia sono state pensate per loro alcune proposte importanti: il sabato sera, la festa allo stadio Olimpico con la veglia; la domenica mattina, la celebrazione dell'Eucaristia con Papa Francesco e, nel pomeriggio, il pellegrinaggio e l'attraversamento della Porta Santa; la mattina del lunedì, l'incontro con il racconto di alcune testimonianza di misericordia in varie piazze di Roma.

Che cosa sarà offerto ai giovanissimi della nostra Comunità parrocchiale? L'opportunità di vivere un momento di spiritualità in formato internazionale, cioè incontrando esperienze di altri coetanei; la partecipazione alla vita della Parrocchia di Roma dei santi martiri Vitale e compagni, dove saranno accolti e ospitati per le due notti; la disponibilità ad ascoltare il messaggio del Papa e, quindi, a lasciarsi provocare dalle sue parole.

Come Parrocchia, una volta ritornati a casa, che cosa chiediamo a questi nostri Giovanissimi, così come a tutti gli altri Giovani della Parrocchia? Sicuramente qualcosa di eccezionale: il coraggio della gioia della loro fede! Partecipare ad un evento così speciale, quale il Giubileo dei Ragazzi, deve diventare per i nostri Giovanissimi un'opportunità importante di scelta e di impegno nella fede.

Attenzione, però: non chiediamo loro il coraggio della fede degli adulti, ancora troppo alta per la loro età, ma la fede autentica, genuina, sprizzante ed effervescente tipica degli adolescenti. Questo sì, una fede giovane e capace di innamorarsi di Gesù e dei fratelli e delle sorelle del Vangelo.

Buon viaggio, andata e ritorno, nella gioia della nostra e della vostra fede!

c-e-chi-torno-e

Giubileo Ragazzi 2016

c-e-chi-torno-e

Giubileo Ragazzi 2016

c-e-chi-torno-e

Giubileo Ragazzi 2016

c-e-chi-torno-e

Giubileo Ragazzi 2016



Commenti

Messaggio!

Non ci sono commenti

Lascia un commento